Alberto Alessi – Il Campione del Super & Popular – Giugno 2001

La scena del design internazionale contemporaneo continua ad essere dominata da una forte polarizzazione. Da un lato c’и l’approccio ludico, coraggiosamente espressivo, ai confini del linguaggio cartoon, tipico soprattutto dei giovani designer italiani, e dall’altro c’и l’approccio neominimalista, teso invece alla semplicitа, alla ricerca dell’essenzialitа e di una sorta di purezza di linguaggio quasi astratta.
A me personalmente piacciono ambedue queste direzioni. Perchй penso che il vero goal del design, l’obiettivo piщ difficile ma anche il piщ esaltante per ogni grande designer, sia sempre stato quello di essere insieme super e popular, cioи di riuscire a esprimere nel suo progetto due qualitа che и davvero molto arduo mettere insieme: il saper portare la piщ alta qualitа possibile di progetto (e questo и un tema che ha a che fare con la capacitа di fare cultura), ma anche l’essere capito dal numero piщ vasto possibile di persone (e questo ha a che fare con la capacitа di fare comunicazione, di entrare in sintonia con il pubblico). I veri progetti Super & Popular sono insomma dei piccoli miracoli della creativitа, non sono frequenti nella storia del design, sono un concentrato di poesia che riesce a portare un po’ di gioia a tante persone e che per definizione non deve rispondere a nessun dogma preconcetto e a nessun veto a priori.
Con il suo virtuosismo nell’impiego dei codici affettivi e della figura della metafora, la sua abilitа nell’inventare nuove strade per l’irrisolto dilemma dei rapporti tra Forma e Funzione, il suo talento naturale per l’affabulazione del pubblico, penso che Stefano debba essere considerato a giusto titolo il campione del Super & Popular del design contemporaneo.

Start typing and press Enter to search