Eugenio Perazza – Aprile 2008

Se al posto mio ci fosse il commercialista di Magis gli direbbe: caro Giovannoni ti voglio bene, i tuoi prodotti fanno stare in ottima salute il conto profitti e perdite dell’azienda.
Che direi io invece di Giovannoni?
Sei anni fa incontrai per caso Alberto Alessi e gli dissi: abbiamo in comune un rompiscatole, e lui, senza un attimo di esitazione, mi rispose Stefano Giovannoni.
Ottobre ’99 a Palazzo Foscolo ad Oderzo si tenne una mostra su Magis e dopo la mostra  seguм una cena, c’eri anche tu Vanni Pasca.
C’erano tanti designer alla cena: Jasper Morrison, Stefano Giovannoni, James Irvine, Michael Young, Jerszy Seymour, Marc Newson.
Ad un certo punto consegnai un bicchiere di vino ad un mio collaboratore e gli dissi: portalo al designer piщ rompiscatole tra i presenti, e questi, senza frapporre il minimo indugio, andт dritto verso Giovannoni.
Ecco, Giovannoni ha fama di essere un vero rompiscatole.
Ma poi nel tempo ho capito che il suo essere rompiscatole и piuttosto una qualitа, un rigore, una intransigenza volti a difendere il suo progetto contro ogni attacco esterno nella fase della sua messa a punto.
Giovannoni mi fu presentato da Jasper Morrison nel 1994.
Da allora ho mantenuto con lui strettissimi rapporti di collaborazione, credo di conoscerlo bene dalla testa alla pancia, mi incontro spesso con lui, di media 3 volte al mese (a Motta di Livenza dove ha sede Magis o a Milano) e all’incontro segue pranzo o cena al ristorante.
Ad entrambi piace molto mangiare, lui dice di essere un gourmet, per me и piщ modestamente un gourmant e lo si capisce al volo.
E questa sua passione smodata per il cibo entra con forza nella triangolazione dei vari fattori che fissano il linguaggio del suo design.
Da qui, forme mai anoressiche, per lo piщ generose, abbondanti, grasse.
Giovannoni и molto attento al mercato e io l’ho definito il designer piщ bankable della squadra Magis.
Per lui il mercato и il centro della cultura umana, и lм dove ci si esprime, dove si mette il proprio prodotto a disposizione di chi lo capisce e lo vuole acquistare.
Lui fa molto design fumettistico, che trova molto successo sul mercato, ma non lo trova presso la critica del design e a questo riguardo vorrei dire il mio pensiero.
Certi fumetti hanno da tempo raggiunto il traguardo della rispettabilitа della critica letteraria e io non capisco perchй il design fumettistico, quello di qualitа, e se ne trova in giro, e Giovannoni in questo campo и il maestro riconosciuto, non riesca a raggiungere la rispettabilitа della critica del design.
Ma Giovannoni non sa fare solo design fumettistico sostenuto dalla sua buona vena ludica, sa fare anche il design “serio”, e qui si sa esprimere con differente segnicitа e registro linguistico e raggiunge spesso risultati molto piщ apprezzabili sul piano della qualitа del progetto.
Dalla collaborazione con Magis, ad esempio, sono usciti alcuni progetti per me di eccellenza figurativa, simbolica e produttiva e tra questi spicca sicuramente lo sgabello Bombo, sul mercato dal 1997, un best-long-seller che continua ancora ad essere l’oggetto piщ venduto dell’azienda e uno degli oggetti piщ venduti di tutto il sistema Design Italia.
Bombo и stato copiato e imitato da tanti, molto free-riding su di lui, anche da parte di insospettabili aziende italiane design-oriented.
Ma il Bombo resta il Bombo.
Le sue copie un’altra storia, un altro capitolo che non и un capitolo di creativitа e design.
Qualcuno ha scritto che Bombo и lo sgabello per eccellenza……… come, mutatis mutandis, Aspirina и per eccellenza il cachet contro il mal di testa.
Beh, chiudendo, per Giovannoni un designer esiste nel momento in cui ci sono delle persone disposte a comprare i prodotti da lui disegnati e, da questo punto di vista, io dico che Giovannoni esiste, eccome che esiste.
Io direi, perт, che un designer esiste soprattutto quando il suo lavoro ha una giustificazione e un impatto culturale, quando risulta essere contemporaneo nel senso di appartenere alla modernitа e lui, Giovannoni, anche sotto questo profilo, esiste, eccome che esiste.

Start typing and press Enter to search